Castello di Grazzano Visconti

Residenza fortificata aperta alle visite guidate

Castello di Grazzano Visconti
Nel 1395 il duca Gian Galeazzo Visconti, Signore di Milano, autorizzò la sorella Beatrice, sposata al nobile piacentino Giovanni Anguissola, a costruire un castello nella proprietà di Grazzano.

Fu costruito un castello quadrato con quattro torri angolari, e, all`interno, la corte circondata da porticati, sovrastati in parte da loggiati e ballatoi.

Il castello è ancora oggi circondato da un ampio fossato vuoto, all`ingresso si leggono ancora le tracce dell`antico ponte levatoio.

Alla fine del 1800 attorno al maniero pochi contadini popolavano cascine e vecchie stalle.
Alla morte di Filippo Anguissola avvenuta nel 1870, si estinse senza eredi il ramo della Casata Anguissola di Grazzano.
I beni passarono alla madre Francesca (Fanny) Visconti, vedova di Gaetano Ranuzio Anguissola, la quale lasciò i possedimenti al nipote Guido Visconti di Modrone.

Fu il figlio di Guido, Giuseppe Visconti di Modrone (1879-1941) a far ristrutturare il castello e a realizzare un progetto volto a sostituire le poche modeste costruzioni esistenti attorno ad esso e alla chiesa parrocchiale di Grazzano con un complesso edilizio in stile quattrocentesco.
Grazie alla collaborazione con l'architetto Alfredo Campanini agli inizi del 1900 il castello fu restaurato nelle forme attuali e si iniziò la costruzione del borgo di Grazzano.

Il castello venne infine circondato da un parco ecclettico di 15 ettari, al suo interno si trovano il labirinto e la casetta da gioco dei bambini, alberi esotici e piante autoctone.

Castello e parco sono ancora oggi di proprietà privata e visitabli per gruppi e scuole su prenotazione. Sono inoltre previste aperture per le visite guidate di individuali e piccoli gruppi

Castello e parco possono inoltre essere affittati per eventi privati.



ultimo aggiornamento marzo 2019
Schede correlate
  • Il fantasma di Aloisa
    La storia dell'infelice Aloisa, il simpatico fantasma che vive tra le case e il castello di Grazzano Visconti.
  • Famiglia Visconti di Modrone
    La famiglia Visconti di Modrone, che ha realizzato e tuttora possiede il Borgo di Grazzano Visconti, discende da una delle più antiche famiglie italiane: i Visconti di Milano.

  • Enogastonomia
    Enogastonomia
  • Dove Mangiare
    Dove mangiare
  • Natura
    Natura
  • Arte e cultura
    Arte e cultura
  • Dove dormire
  • Un po' di Storia
    Un po' di Storia
  • Tradizioni e curiosità
    Tradizioni e curiosità
Visit Emilia | visit the Italian food valley
Emilia Romagna Turismo – Sito ufficiale di informazione turistica
Iat Val Nure e Val Chero
Tel +39 0523 870997
iat@valnure.info

Viale del Castello,
29020 Grazzano Visconti

Periodo di apertura:
da Marzo a Dicembre

Giorni di apertura:
da Martedì a Sabato
dalle 10.00 alle 13.00
Domenica
dalle 10.00 alle 13.00
dalle 14.00 alle 17.00
© Tutti i diritti sono riservati
IAT Grazzano Visconti Val Nure e Val Chero - telefono: +39.0523.870997 - fax: +39.0523.870997 email: iat@valnure.info
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +
powered by Infonet Srl Piacenza