Site Logo
martedì 18 febbraio 2020
Cerca nel sito

Via degli Abati

Itinerario che si può compiere a piedi, a cavallo o in mountain bike.

Via degli Abati

Il percorso denominato oggi Via degli Abati fu realizzato all`inizio del VII secolo dai monaci del monastero fondato nel 613 da San Colombano a Bobbio.
Il monastero era un centro europeo culturale e religioso, e nel medioevo possedeva un grande studio "scriptorium".
I suoi monaci da Bobbio attraverso questa via raggiungevano Pontremoli; la via era utilizzata dunque sia per scopi di pellegrinaggio (dalla Lunigiana infatti si proseguiva per Roma), ma anche per ragioni economiche. Borgo Val di Taro era forse il più importante e redditizio possedimento del monastero di Bobbio, oltre a costituire un luogo di sosta e ricambio dei cavalli.
La strada era inoltre utilizzata in passato da ecclesiastici irlandesi in pellegrinaggio alla tomba di San Colombano.
E` storicamente provato dunque che questa fu l`arteria principale degli spostamenti almeno fino al X secolo, quando quel varco sparì decadendo pian piano per lasciare il posto alla Via Francigena, la Via medievale per eccellenza.
Lungo i 125 km del percorso attuale della Via degli Abati, coincidente per l`80 per cento con quello storico, si trovano quattro cittadine importanti: Bobbio, Bardi, Borgotaro e Pontremoli.
La via è percorribile ancora oggi, a piedi, a cavallo o in mountain bike. Per percorrerlo a piedi sono necessari sette giorni di cammino.
Le mappe del CAI che indicano il percorso sono la 0 la 2 e la 3, e tutto il percorso è segnato secondo le specifiche CAI

Dettaglio del percorso
Partendo dal Ponte Gobbo a Bobbio, Porcile, Coli (prima sosta), Magrini, Faraneto, Piscina, Aserei, Nicelli, Mareto (seconda sosta), Bolderoni, Guglieri, Vigonzano, Crocelobbia, Farini, Canova, Groppazzolo, Groppallo (terza sosta), Bruzzi, (Boccolo dei Tassi), San Siro di Bardi e Bardi (quarta sosta). Da Bardi, Chiappa Gravago, Bre, Barigazzi, Pieve, Osacca (quinta sosta). Caffaraccia, San Pietro, Borgotaro (sesta sosta). Borgotaro, strada fianco cimitero, Valleto, Valdena, si sale per il Strada Borgallo, Fanfara, Cervara (settima sosta, Morana, Vignola, Pontremoli.
N. B.
Cervara ed Osacca non hanno al momento possibilità di alloggio, quindi il percorso deve essere programmato non considerando questi ultimi come punti tappa.

Questo itinerario può essere percorso con una marcia non competitiva organizzata in primavera dall'Associazione Lupi dell'Appennino, è un evento che, benché impegnativo dal punto di vista fisico, che richiama un numero sempre maggiore di partecipanti.
Nel 2012 si tiene la 5° edizione "Ultratrail" il 5 e 6 maggio. www.lupidappennino.com e www.theabbotsway.com

Sono state pubblicate dall'associazione Lupi dell'appennino 4 cartine al 1:25000, specifiche del percorso "Via degli Abati", che possono essere richieste all'Ufficio Turistico di Borgo Val di Taro (Parma) e-mail: uit@comune.borgo-val-do-taro.pr.it 

In primavera 2013 si segnala alcune criticità sul percorso dovute alle forti piogge. Per i dettagli consultare il nostro sito www.viadegliabati.com alla voce "Percorso" "Traccia su google maps" troverete la descrizione delle criticità e gli eventuali percorsi alternativi.



Visualizzazioni: 5290
Item available in english
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +
© Tutti i diritti sono riservati
IAT Grazzano Visconti Val Nure e Val Chero - telefono: +39.0523.870997 - fax: +39.0523.870997 email: iat@valnure.info
powered by Infonet Srl Piacenza